Discophoros.

Penthelic (?) marble. Roman copy after a Greek original by Polykleitos or Naukydes of Argos (400—390 BCE).
H. 167 cm.
Inv. No. 2349.

Rome, Vatican Museums, Pius-Clementine Museum, Room of the Biga, 17
(Musei Vaticani, Museo Pio-Clementino)

Origin:
Rome, Via Appia, area of the Gallien’s villa, 1771.
Description:
The sculpture was restored with a head from a different statue.

Italiano SBi 17. Statua del discobolo «Antretenden» (copia da Naukides) con testa non pertinente (fig. 11).

Venne ritrovata in vari frammenti, nel 1771, nella c.d. Villa di Gallieno a Tor Colombaro (Frattocchie), tra l’8° ed il 9° miglio della via Appia, in uno scavo condotto da Gavin Hamilton (la cui concessione, però, era dell’antiquario tiburtino Domenico De Angelis); nel 1772 Thomas Jenkins cercò invano di farla esportare e fu invece acquistata dai Musei. Venne inizialmente esposta nella Galleria delle Statue, poi fu trasferita a Parigi con le confische napoleoniche, nel 1797, da dove tornò nel 1815; nel 1825 Pietro Meres la patinò. Anche la testa, non pertinente, proviene dallo stesso scavo ed ha seguito il medesimo iter; sia la testa che il corpo presentano varie integrazioni settecentesche. L’atleta è colto in un momento statico di concentrazione prima di posizionarsi per lanciare il disco: è in piedi, con la gamba destra avanzata, il disco nella mano sinistra distesa sul fianco ed il braccio destro leggermente discosto dal fianco e piegato in avanti. La testa, come detto non pertinente, è piegata in basso a destra e lo sguardo sembra diretto verso la mano destra; si tratta di una copia della prima età imperiale di un atleta, cinto da una benda, riferibile ad un originale bronzeo di scuola policletea, come l’atleta offerente (ca. 420 a. C.). Nella statua si è riconosciuta una replica del discobolo menzionato da Plinio (Plinio, Nat. Hist., 34, 80) tra le opere di Naukides, uno scultore nativo di Argo ed appartenente alla cerchia di Policleto (forse era il fratello o il nipote); la posizione dei piedi, inoltre, corrisponde alla ponderazione della statua del pugile Eukles ad Olimpia, che reca la firma di un Naukides, deducibile dalle impronte sopra alla base. Si tratta appunto di una delle copie (si conoscono in tutto 5 repliche più complete ed altre 3 teste), forse di mano greca (attica) e del I sec. d. C., dell’originale in bronzo, che risente del forte influsso attico del periodo ateniese dello scultore ed è databile al 390—380 a. C.

Inv. 2349; L III 2 p. 79 n° 615 e p. 536 tavv. 41—42; T. Dohrn, Attische Plastik, Krefeld 1957, p. 210 e ss.; Schuchhardt p. 177; K. Schauenburg, in AntPl, II, Berlin 1963, p. 76 nota 9; B. Conticello, in EAA, vol. V; H 501; D. Arnold, Die Polykletnachfolge, JdI 25 Ergh., Berlin 1969, p. 110 e ss., 122 nota 443, 262—263 n° D 5 tav. 12c, i; W. Fuchs, La scultura greca, Milano 1982, pp. 84-85 fig. 91; P. C. Bol, Liebighaus, Museum alter Plastik. Antike Bildwerke, I, Melsungen 1983, p. 77 e ss. s. n° 21; Pietrangeli 1985 pp. 58, 110, 115; Neudecker p. 190 n° 38.5 (corpo) e n° 38.6 (testa); K. Moser von Filseck, in Boreas, 12, 1989, p. 47 e ss.; Fittschen 1990 p. 63 n° A 184; Pietrangeli 1995, p. 328 nota 124; C. Parisi Presicce, in Aa. Vv., La facciata del Palazzo Senatorio in Campidoglio, Ospedaletto (Pisa) 1995, vol. 1, p. 149 n° 4, vol. 2, pp. 113 e 117; E. Ghisellini, in MNR, I/12, pp. 155—156 s. n° 24; A. Bettini, in Aa. Vv., Marmi antichi delle raccolte civiche genovesi, Ospedaletto 1998, p. 55. Cfr. A. Linfert, in Aa. Vv., Polyklet, Frankfurt 1990, pp. 603—606; F. Rausa, L’immagine del vincitore. L’atleta nella statuaria greca dall’età arcaica all’ellenismo, Treviso—Roma 1994, passim.

Literature:
Credits:
© 2014. Photo: Ilya Shurygin.
Data: museum annotation.
© 2004. Text of description: Giandomenico Spinola. Guide cataloghi Musei Vaticani, 5. Il Museo Pio Clementino, 3. Città del Vaticano, Roma, 2004, pp. 62—64, cat. no. SBi 17.
RUSSIAN

You can mark the fragmens interesting for you and they will be accessible by the unique link in the address bar of the browser.

THE GALLERY OF ANCIENT ART
Keywords: Penthelic marble statue of Antretenden Discophoros Discophorus Discus-Bearer a youth holding a discus marble statua di discoforo by sculptor Polykleitos Polyklitos Polycleitus Polyclitus Polyklet Policleto sculptor Naukydes of Argos Naucide statue of ephebe athlete sport sportsman youth discobolos discobolus discus-thrower discus Villa of Gallienus Villa di Gallieno via Appia Inv No 2349 SBi 17
HISTORY OF ANCIENT ROME